La grotta di Es Culleram

es-culleram

Uno dei luoghi archeologici più importanti a livello nazionale è sull’isola di Ibiza, in particolare a Sa Cala de San Vicent, chiamata la Grotta di Es Culleram.

Si trova a circa 150 metri sul livello del mare, nascosto tra montagne e foreste, ed è un santuario dedicato a Tanit, la principale dea dell’amore e della fertilità, della mitologia cartaginese.

È Culleram, conosce tutta la sua storia

Es Culleram fu scoperto nel 1907 nell’arcipelago delle Isole Baleari, in particolare a Ibiza, e quello stesso anno la Società Archeologica Ebusitana lanciò una serie di scavi per indagare sul luogo e furono scoperte numerose figure in terracotta, con un grande valore storico risalente al IV e II secolo a.C.

Tra i resti più importanti potrebbero esserci le iscrizioni trovate sulla targa di bronzo dedicata su entrambi i lati a Reseph-Melkart (a cui è collegata l’iscrizione più antica da quando era dedicato il santuario) e alla divinità Tanit (a cui la più moderna iscrizione corrisponde, poiché nel terzo o secondo secolo il santuario era dedicato ad esso).

In ogni caso, da ciò che gli archeologi della zona hanno potuto scoprire, la grotta è crollata all’incirca intorno al II secolo a.C. e nel 1907 fu trovato come tale. Poi, nel 1988, fu acquisito dal governo dell’isola, Insular Consell, che lo riabilitò e lo aprì al pubblico.

Come sta Es Culleram?

Si è pensato che questa grotta fosse già un rifugio domestico nella preistoria poiché era molto ben posizionata e protetta. Tuttavia, i Punici, tra il V secolo a.C. e III a.C. lo usavano come luogo per sviluppare attività religiose e i credenti di tutta l’isola venivano a fare offerte. Il tempio aveva un gruppo di sacerdoti che si trasferirono lì per eseguire diversi rituali.

Secondo gli archeologi, il santuario era diviso in tre zone. Il primo era un patio a cielo aperto come un altare, dove venivano celebrati sacrifici con animali dove bruciavano le loro parti non commestibili come la testa, le gambe … La seconda area è nella parte centrale della grotta, piena di stalagmiti attaccate con stalattiti.

La terza zona sarebbe dove venivano deposte le ceneri del sacrificio e le ossa lasciate dal cibo (che erano anche considerate sacre), quindi l’area più profonda. Attualmente, molti turisti attraversano la zona per offrire offerte alla dea Tanit.

Come raggiungere la grotta di Es Culleram?

Possiamo trovare questa meraviglia della natura nel comune di Sant Joan de Labritja, a un chilometro dalla famosa Cala de San Vicente, a 20 minuti in auto dal nostro hotel Insotel Fenicia Prestige Suites & Spa.

Per accedervi dobbiamo essere attenti alle indicazioni mostrate sulla strada che porta a San Juan. Una parte della strada deve essere fatta a piedi, mentre si può godere dell’incredibile belvedere di Es Culleram, vicino alle grotte.

Un’altra opzione per arrivarci è anche da Sant Carles, oltre S’Aigua Blanca, dove c’è un’altra strada che porta alla stessa destinazione.

Tempo di accesso a Es Culleram

Oggi questa grotta è di proprietà del Consell de Ibiza e il suo ingresso è gratuito. Puoi visitare l’interno, un’escursione più consigliabile per tutta la famiglia e un piano molto divertente da fare a Ibiza con i bambini. È aperto al pubblico dal martedì alla domenica dalle 10 alle 14 da aprile a ottobre.

Ibiza è sempre un successo. Se vuoi scoprire questo itinerario altamente raccomandato attraverso il nord di Ibiza, soggiorna qualche giorno in un hotel a 4 stelle a Ibiza, scopri la sua cultura, spiagge, calette e storia. Non pensarci due volte!